Il cimitero ebraico a Žižkov


 
The Tombstones of the Prague rabbis Ezekiel Landau (right) and Samuel Landau (centre) Il cimitero ebraico in via Fibichova a Žižkov (il cosiddetto Primo Cimitero Israelitico a Olšany) e stato fondato nel 1680 per tumulare i morti di peste della Comunita Ebraica di Praga. Una seconda volta si e inumato in questo cimitero nella seconda decade del Settecento, cioe all’epoca di un’altra epidemia di peste e, dopodiché, ormai con regolarita, a partire dal 1787, ovvero dal momento dell’entrata in vigore del divieto di sepolture all’interno della citta. Il cimitero e stato in uso fino al 1890 quando e stato fondato un nuovo cimitero ebraico in Praga – Strašnice.
Il Cimitero ebraico in via Fibichova a Žižkov e un monumento artistico-storico di notevole importanza. Vi sono tumulate circa 40 000 persone, tra le quali molti insigni rabbini e studiosi. La tomba piu visitata e quella del rabbino capo Ezechiele Landau (1713–1793), la cui lapide e stata completamente restaurata nel 1993 (in occasione dell’anniversario della sua morte) assieme alle altre lapidi dei membri della famiglia. Ampi lavori di restauro sono stati fatti per salvare anche la lapide di Eleazar Fleckeles (1754–1826), allievo di Landau e membro del collegio rabbinico. Nominiamo tra le personalita qui sepolte almeno alcuni importanti rappresentanti dell’illuminismo e della nuova intellighenzia, come il medico Jonas Jeiteles (1735–1806), suo figlio Baruch Jeiteles (1762–1813) e lo storico David Podiebrad (1803–1882). Imponenti e prestigiose lapidi svelano i luoghi dove si trovavano le tombe dei primi imprenditori ebrei: Joachim Popper (1721–1795), membri delle famiglie Jerusalem, Pribram e Dormitzer. Dal punto di vista artistico il cimitero offre una carrellata di varie forme di lapidi barocche, in nobile stile impero, di steli decorate nello spirito dell’eclettismo storicizzante, fino alle forme comuni della seconda meta dell’Ottocento.
 
» CLOSE WINDOW «